feel the evolution!


ECO-SPIN

Figura di una camera di reazione
Figura di una camera di reazione

L’intervento in questione non è assimilabile a un chip-tuning o procedimento analogo bensì a una componente tecnica oltremodo sofisticata.
La tecnologia si basa su tre scoperte di base. Si tratta in sostanza di un condizionamento di liquidi e/o delle sostanze ivi contenute grazie alla rapidità di scorrimento, pressione e rullio.

Ciò significa, tra l'altro:

Grazie al flusso di carburante richiamato ogni pistone verrà da un lato messo in rotazione dalla ruota, dall’altro si assisterà a uno spostamento del pistone con una frequenza di 1-2 Hertz.
In tal modo vengono generate pressioni differenziate nell’ECO-SPIN.
Il carburante scorre attraverso gli elementi simmetrici di rotazione, il che da luogo a rullii di differente intensità in fenditure anulari variabili.

Eco-Spin D500 TIR a 500 kW
Eco-Spin
D500 TIR a 500 kW

Grazie alla combinazione dei singoli fattori si assiste a una trasformazione del carburante in quanto a densità, velocità di emissione di gas e punto d’infiammabilità. Al momento dell’iniezione nel vano di combustione tale trasformazione comporta una migliore, più rapida e più omogenea distribuzione della miscela e conduce di conseguenza al cosiddetto “FLASHBOILING“.
La fuoriuscita di gas (formazione di bollicine di gas) sopra menzionata produce nella prassi un risparmio di carburante pari in media al 7%.

Eco-Spin Sezione trasversale
Eco-Spin
Sezione trasversale

Per questo progetto sono stati investiti circa 20 anni in lavoro di ricerca e sviluppo. Sono stati effettuati schizzi, disegni e si sono costruiti numerosi prototipi. Sono stati in parte sviluppati e testati anche scenari di sperimentazione del tutto innovativi.

Fino a quando l’Ufficio Brevetti di Vienna (Austria) ha concesso il primo brevetto in data 12 marzo 1990 registrandolo sotto il numero 290049.

A questo sono seguiti altri brevetti.


Icon Evo Trucks GmbH


© 2010 - Evo Trucks GmbH